Browsing Category

Miracle Morning

Miracle Morning Terapia dell'anima

Affermazioni positive per iniziare la giornata

Maggio 8, 2019

Ogni giorno porta con sé un nuovo inizio.

Vi siete mai domandati, perchè mai avessimo preso questa abitudine di far suonare più e più volte la nostra sveglia? Sicuramente, come ogni essere umano, ci sono quei giorni che sappiamo ancor prima che si levino che dovremmo rincorrere il tempo per fare delle mansioni che preferiremo riportare di giorno in giorno. E se prendessimo piuttosto il toro per le sue cosiddette corna e trovare un piccolo rituale personale per coccolarsi?

Sempre legato al mio rituale mattutino del Miracle Morning, ho cominciato a ritagliarmi un mio momento per entrare in sintonia con me stessa attraverso una serie di affermazioni positive che hanno il potere di ridisegnare la nostra dimensione per la giornata.

Perché la mattina, vi starete domandando…la mattina, di maniera generale, resta il momento più propizio per dare vita ai buoni propositi, in quanto la notte porta via con sè le negatività e si è pronti per dare il meglio di noi stessi per essere oggi la migliore versione di voi stessi.

Proprio per questo, bisogna avvalersi di questo stato d’animo per agire favorevolmente sulla nostra mente, attivando una serie di pensieri fiduciosi e positivi che ci accompagneranno durante il corso della giornata.

Sarete voi stessi a creare la vostra lista, ed oggi quello che posso fare è indirizzarvi alla lettura delle massime di Louise Hay, scrittrice americana, considerata come una delle persone più influenti nello sviluppo della crescita personale nel corso del XX secolo. Nel corso della sua vita Louise ci ha trasmesso la sua filosofia di vita che ripone nel vivere nell’istante presente.

Il presente è tutto, è l’occasione, il momento più prezioso e unico per agire. Il momento in cui viviamo collegati a noi stessi e che ci permette di scegliere cosa fare nella nostra vita e godere.

Il cambiamento è nel “qui e ora”, perché il resto è solo un’illusione.


Ama chi sei e quello che fai.

I pensieri di oggi creano il mio futuro.

Mi concedo il dono di liberarmi del passato, entro nella gioia entro nel presente.

Quando commetto un errore, mi rendo conto che è solo una parte del mio processo di apprendimento.

Ogni giorno mi offre una nuova opportunità. Ieri è finito. Oggi è il primo giorno del mio futuro.

Non posso cambiare le altre persone. Lascio che gli altri siano come sono e mi amano proprio come sono.

Il potere è sempre nel momento presente. Questo momento è l’unica cosa che abbiamo.

Sono una persona capace e posso affrontare qualsiasi cosa.

Ognuno ha qualcosa da insegnarmi. C’è uno scopo per stare insieme.

Mi amo come sono, non devo essere perfetto per amare me stesso.

Ho scelto di sentirmi bene con me stesso. Merito il mio amore.

Louise Hay

A voi che siete in ascolto concedetevi ogni giorno la possibilità di essere la migliore versione di voi stessi.

XOXO – I just woke up

Miracle Morning

Creare la propria Agenda – Bullet Journal

Maggio 4, 2019

“Tu sei nato per vincere, ma per essere un vincitore devi pianificare la vittoria, prepararti a vincere, ed aspettarti di vincere.”

Zig Ziglar

Qualche mese fa vi ho parlato di come stessi organizzando la mia agenda di maniera tale a organizzare non solo le mie giornate ma soprattutto poter riuscire a mettere nero su bianco i miei obiettivi. Per raggiungere queste mie prerogative, ho capito che dovevo passare per le seguenti fasi:

  1. Fare un quadro della situazione sui miei obiettivi
  2. Assegnare le priorità
  3. Strutturare il proprio obiettivo (attraverso la metodologia SMART –  prossimo articolo)
  4. Pianificare nel tempo i propri obiettivi
  5. Fare un bilancio mensile o trimestrale

Ed è proprio in questo arco di tempo che mi sono interrogata su quale potesse essere la migliore metodologia per non perdersi nel mio vortice di propositi.

Vi ho parlato del Metodo 3M in uno dei miei precedenti articoli, che per me sembrava già un ottimo strumento per il coordinamento delle mie attività, ma la creatività vuole sempre la sua parte ed ecco perché ho scelto piuttosto di creare la mia propria Agenda Bullet Journal.

Il concetto è semplice: su un quaderno di preferenza rigido puntinato ( Moleskine oppure Leuchtturm1917, disegniamo una trama con una penna, che servirà a localizzarci nel tempo. Questo stabilisce un “quadro minimo”, che ci permette du organizzare e trovare i nostri appunti, le cose da fare e gli appuntamenti su un unico supporto: il nostro notebook.

Le nozioni basiche per creare il Bullet Journal

  1. La pagina delle Keys: in questa prima pagina, si scelgono quali sono i simboli che si adottano nel proprio BJ per indicare eventi, compleanni, i compiti, gli appuntamenti sotto forma di simboli.
  2. The Future Log o pianificazione annuale: in un BJ non prendiamo nota degli eventi futuri poiché vengono creati come e quando, per farlo possiamo creare uno spazio dedicato al programma futuro. Se per esempio ho un appuntamento dal dentista (Ouch!) Tra due mesi. Lo annoto solo sul registro futuro specificando la data.
  3. Creazione del Monthly – ecco una delle cose che preferisco: il bullet Journal, esprimerà il vostro modo di essere, quindi non abbiate timore, siate voi stessi e colorate le vostre giornate. La struttura del mese sarà personale, vi sono tantissime idee sul modo di concepire il Monthly ed io ne ho trovata una che conviene a me, la vi assicuro che se siete ancor più creativi di me vi è tutto un mondo che vi si apre per esprimere la vostra genialità e personalità.
    1. Ogni mese porta con sé un mio momento spirituale, proprio per questo tra un mese e l’altro, dispongo di due pagine per appuntare una frase o un’aforisma che evoca il mio stato/percorso.
    2. Il calendario mensile, questo di solito richiede un’unica pagina, in cui alla data affiancherò un evento importante
    3. Il challenge del mese, ogni mese mi piace scegliere un piccolo challenge personale per ritmare il mio tempo, questa sfida può essere legata ad un obiettivo personale, professionale.
    4. Il Tracker del mese, questo vi permetterà di seguire sia l’andamento dei vostri obiettivi ed anche l’andamento della vostra healthy routine.
    5. Bilancio economico, le entrate e le uscite sul piano finanziario
  4. Creazione del Daily: in questa fase dovrete costruire lo spazio di scrittura per l’organizzazione delle vostre giornate, all’inizio come nella maggior parte dei case sperimenterete diverse tipologie di organizzazione e in una seconda fase troverete una specifica trama adatta a voi.

Per darvi qualche idea vi riporto di seguito qualche esempio in formato immagine per entrare nel fantastico mondo del Bullet Journal 😉

 

 

          

XOXO – I just Woke UP

 

Miracle Morning

Before my Bullet Journal

Novembre 21, 2018

Il Bullet Journal è stato per me una vera rivelazione. Quando ho iniziato la mia nuova routine mattutine sentivo il bisogno di poter mettere nero su bianco i miei obiettivi, poterli visualizzare è diventato primordiale per sapere cosa sto facendo e dove sto andando.

La creazione del mio BJ si é fatta di maniera naturale, parlando con una mia amica di questa mia esperienza mattutina, lei mi ha parlato della sua agenda  M3 Journal, non ne avevo mai sentito parlare. Mi spiega velocemente il concetto: un’agenda si ” mesi che ti permette di visualizzare i tuoi obiettivi, ma il vero valore aggiunto di questo supporto è che ti permette di smettere di procrastinare, aumentando quindi la produttività e la creazione di nuovi stili di vita per incrementare il benessere!

Ciò che rende l’M3 Journal così efficace è la sua facilità d’uso.  Il metodo è diviso in due fasi principali:

Preparazione: in questa fase si completa un’autodiagnosi per scegliere gli obiettivi e le abitudini che si desiderano sviluppare: definire il tuo piano d’azione per il successo.
Azione: suddividere le azioni al fine di riuscire a fare ogni giorno quel passo che ci avvicina sempre più alla realizzazione. Diventare padroni del proprio tempo, riuscire a essere più organizzati, lavorando meglio in minor tempo.

 

Il giorno dopo Marine, mi porta a lavora il suo Journal 3M ancora vergine, mi dice che non aveva ancora avuto il tempo di potersi cimentare e che aspettava il momento giusto per incominciare quest’esperienza.

L’agenda era veramente super fica, il tempo era scandito di maniera tale da suddividere ogni mese, in settimana e in giorni. Questo permetteva di avere una visione globale del dove si sta andando, e una visione giornaliera delle nostre azioni. Ciliegina sulla torta ogni giorno, quindi ogni nuova pagina accompagnata da una frase motivazionale… ADORO!

Eppure non ho mai comprato quest’agenda, perché?

Una volta rientrata a casa presento l’agenda al mio ragazzo e gli spiego tutto il concetto, N. fa delle ricerche dal suo lato ed il giorno dopo durante la pausa pranzo mi manda un link per chiedermi cosa ne pensavo:  ://www.youtube.com/watch?v=UnZ0iEUmRw8

In meno di un minuto mi innamora di quest’agenda personale che sposa il concetto di 3M Journal ma che permette di esprimersi e dar luce alla propria agenda al proprio BULLET JOURNAL.

Faccio un giro sui social network che pullulano di idee per creare un diario che si adatta a te, non il contrario!

Scoprendo quindi una vera e propria comunità

intorno al Bullet Journal

 

[To be continued…]

LIFESTYLE Miracle Morning

La mia routine mattutina

Novembre 13, 2018

Before Work

Alzarsi ancor prima delle prime luci del mattino…

Buongiorno!

Sono le 6:30 del mattino e la mia giornata è iniziata da un’ora.

Da quasi 3 mesi a questa parte ho incominciato una nuova routine mattinale seguendo i consigli del fantastico Hal Elrod che mi ha iniziato a questo nuovo modo di concepire il risveglio mattutino.

Al fine di svelarvi i segreti di questo mio nuovo rituale, condivido con voi le cause scatenanti di quello che con il tempo é diventato il mio Risveglio Spirituale.

L’anno scorso, proprio durante questo periodo, stavo cambiando lavoro e ho avuto circa 2 settimane di break per concentrarmi su delle letture a sfondo crescita personale. Durante le mie ricerche mi son imbattuta in una pubblicazione accattivante che mi introduceva al mondo dei #earlybirds.

Gli Earlybirds sono delle persone che si alzano tra le 5 e le 6 del mattino per incominciare la loro giornata, coloro che fanno le attività del #beforework. Per la prima volta vedevo qualcosa non legato ad un afterwork e ho scorso l’articolo per saperne di più.

In pochi secondi la mia curiosità mi ha catapultato su youtube dove ho scritto nella barra di ricerca “vlogger miracle morning” il atterrò su un canale youtube francese che in uno storytelling di meno 3 minuti mi ha fatto venir voglia di conoscere quali erano i benefici di questo risveglio mattutino.

Hal Elrod è l’autore del manoscritto The Miracle Morning, una delle guide per la crescita personale più seguita in USA, soprattutto dopo la pubblicazione di questo suo manuale che guida, chi vuole seguirlo, ad un cambiamento di vita profondo. Il suo dogma? Alzarsi presto in giornata per “dedicare le prime ore della nostra giornata a delle attività che ci permetteranno di diventare la persona che vogliamo diventare”. Quando? Un’ora o due, prima di iniziare la giornata, meditare, leggere, scrivere, pensare agli obiettivi fissati per il giorno o la vita e fare sport. Riscoprire il gusto di attività legate ad una vita più semplice e più sana, e che ci riavvicinano al nostro essere. Riscoprendo così la virtù di un risveglio mattutino non legato a delle obbligazioni, il più delle volte, lavorative ma piuttosto cominciare la giornata prendendosi cura di se stessi, facendo qualcosa per se stessi.

Come anticipato il mio risveglio spirituale è iniziato il 26 agosto 2018, ogni mattina mi sveglio alle 5:30 e non l’anno scorso questo in effetti dovuto a delle circostanze che mi hanno vista immergere nel mio nuovo lavoro posticipando soltanto l’iniziazione a questo rituale.

Questa estate, infatti, sulle spiaggia di Procida ho letto attentamente il libro ed una volta rientrata a Parigi mi sono voluta offrire anche io un tempo di vita supplementare.

To be continued…