Terapia dell'anima

IKIGAI – 生き甲斐

Aprile 21, 2019

La Gioia di Vivere secondo la filosofia del popolo orientale

L’Ikigai è una vera e propria arte dell’invecchiare restando giovani, e voglio condividere oggi con Voi i benfatti di questa filosofia, seguita dalla lettura del libro di Hector Garcia e Miralles che hanno deciso di intraprendere un viaggio all’insegna della scoperta di questa emblematica cittadina, Okinawa, dove questa dottrina regna tutt’oggi.

Coltivare il proprio Ikigai

Quando ho cominciato questa lettura, ciò che mi ha da subito incuriosita è la maniera in cui i Giapponesi avessero riuscuto a definire di maniera molto razionale lo schema di rappresentazione della cosiddetta “ragione di esistere // Ikigai”.

L’ikigai è presente in noi, e come un talento, spesso invisibile per tutta una vita in quanto esso richiede un’esplorazione sprituale per riuscire a scoprire cosa si cela dietro il nostro ikigai.

Secondo il popolo dell’isola Okinawa, l’Ikigai si traduce come la nostra volontà di alzarci ogni mattina, di seguito riporto uno schema che chiarifica di maniera importante le diverse attività che riconducono all’Ikigai:

Trovo molto interessante questa tipologia di rappresentazione che permette di comprendere che possiamo molto spesso compiere delle attività nel nostro quotidiano che sono legate alla nostra passione o professione per esempio ma che presentano comunque delle note di incertezza, allora qual’è il miglior modo di esprimere di maniera precisa il proprio Ikigai, dare un senso, giorno dopo giorno, alla nostra esistenza. Possedere un Ikigai scaturirà in voi un perenne stato di benessere e felicità e come ogni cosa per che questo stato di ricchezza interiore possa prosperare bisognerà prendersene cura.

La chiave di tale ricchezza è legata alle attività che farete prosperare intorno al vostro Ikigai, che si potrebbe tradurre semplicemente come una volontà di essere sempre occupati facendo quello che si è predestinati ad essere.

Il potere del Flow 

Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine.

                           Aristote

Immaginatevi al mare, la temperatura é perfetta per immergersi nell’acqua, in quest’istante preciso il Presente é tutto ciò che esiste, il passato e il futuro non hanno alcuna ragione di esistere perché tutto è nell’istante presente. Il vostro essere appartiene a quest’esperienza che non esiste senza di voi e viceversa, il tempo diventa une dimensione a sé stante, perché vi immergete nella vostra esperienza, entrando in simbiosi con essa.

Ecco essere nel flusso è un po’ questo. Significa essere in armonia con gli elementi intorno e dentro di noi e prestare attenzione a tutte le sfumature che ci vengono incontro.

L’esperienza del flow permette di innalzare le proprie capacità che sono dunque portate al massimo della loro potenzialità.
Pur essendo comune a diverse attività, come lo sport, l’arte, un’attività creativa, possiede caratteristiche specifiche:
  • gli obiettivi sono chiari, l’attività è ben strutturata, c’è la possibilità di avere feedback sul proprio progresso;
  • c’è un equilibrio tra sfide e risorse;
  • ci si sente completamente assorti nella propria attività
  • azione e consapevolezza si fondono;
  • ci si sente in grado di controllare a situazione;
  • l’attività sembra avvenire in modo fluido e naturale;
  • la percezione del tempo è alterata;
  • l’attività è gratificante di per sé, la motivazione è intrinseca.

Vi invito quindi a leggere questo testo e a sperimentare il vostro Ikigai come me, e per oggi è tutto vi auguro una meravogliosa Giornata!

 

 

 

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply