Fermarsi e riflettere

La scelta può cambiare il mondo

Giugno 15, 2019

In un mondo in cui abbiamo tutti diritto di parola e di espressione perché ci interessa apparire piuttosto che essere, perché è più facile pubblicare una foto di noi in versione make up perfetto piuttosto che dar voce a ciò che sosteniamo nella nostra vita quotidiana.

Sono andata al cinema sabato sera e ho visto una commedia americana da poco uscita Long Shot e ancora una volta ho visto spiattellarmi in faccia questo dilemma! Nella commedia Charlize Theron, che interpreta il Ministro degli Esteri, vuole far firmare un trattato per la tutela dell’ambiente e incomincia un viaggio per sostenere la sua campagna nelle diverse nazioni. Più volte lei si ritrova a dover quasi scegliere quale fosse la causa più importante tra la deforestazione, l’inquinamento dell’aria o degli oceani etc. etc.

Ultimamente qualsiasi tematica/problematica legata all’uomo mi conduce ad un pensiero constante: quale causa scegliere da sostenere?

Oggi voglio spostare la vostra attenzione su questa riflessione:

In un mondo in cui ormai milioni sono le cause da sostenere e miliardi sono le motivazioni, quale è la giusta causa da sostenere, tra le tante quale scegliere e come poter dar voce alla propria lotta?

  • il razzismo
  • l’individualismo
  • la perdita di se stessi
  • mangiare sano
  • l’istruzione
  • essere straniero
  • il capitalismo
  • la plastica
  • la deforestazione
  • l’inquinamento degli oceani
  • l’assassinio degli animali

Voi direte sicuramente perché scegliere, perché non poter sostenere tutto ciò simultaneamente ? Non è cosi facile, credetemi perché possiamo sostenere una causa senza però far nulla.

Lo sapevate che la più parte dei rossetti contengono prodotti animali? Conoscete quali sono i frutti o le verdure di stagione? Lasciate ancora il rubinetto aperto mentre lavate i denti? Utilizzate ancora così tanta carta e o plastica da riempire 5 buste in una settimana? Vi prendete cura del vostro corpo facendo attività fisica? Scegliete di agire piuttosto che subire?

E là ne consegue una voglia matta di dirmi che non è cosi facile eppure tutto comincia da qualcosa di piccolo, un gesto che dovrebbe esser qualcosa di normale che non lo è più come fare la raccolta differenziata, spegnere le luci quando fuori ormai è giorno, non aver più timore di leggere un giornale per conoscere ciò che avviene nel mondo, prendere parte ad un discorso senza aver paura di esprimermi.

Forse bisogna solo fare il meglio che si può perché quello é già di per sé un grande inizio, quindi non abbiate paura di incominciare e soprattutto non giustificatevi di non poter salvare il mondo perché quello lo faremo insieme ma bisogna restare A W A K E per farlo!

A voi che siete in ascolto oggi cosa fate per Restare Svegli?

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply