LA FABBRICA DEI SOGNI

Work Hard & Play Hard

Maggio 7, 2019

La fabbrica dei sogni

Episodio 12

Non ho mai voluto così ardentemente qualcosa, eppure oggi 7 febbraio l’unica cosa a cui tiene la mia vita è questa firma di contratto.

Sono le 16 ca. sono pronta per questo giorno di formazione, ancora una volta ripeto nella mia mente qualche frase di presentazione.

Sylvie mi ha chiamato tre giorni fa per annunciarmi la data per la formazione, mi ha detto che saremo state più persone e da come ho capito sarà un ragazzo a tenere la formazione.

Ci siamo oggi è il giorno, uno dei giorni in cui sento l’adrenalina pulsare nel mio sangue, anche se è presto decido di avviarmi per poter prendere aria.

Daniela mi vede uscire: We! E tu dove vai?. – Sto andando al corso di formazione, sperando che ci capisco qualcosa!- le dico.

– Vedrai sono tutte formalità, tu dici sempre si e andrà bene, mo vai senno fai tardi –  mi abbraccia e mi da un bacio.

Per la strada percepisco un’aria fredda, oggi é il 7 febbraio, è già passato un mese da quando sono arrivata e penso che qui la percezione del tempo è cosi diversa, mi sento come se il tempo si fosse dilatato. Cerco di pensare positivo ma mi sento così insicura, per la prima volta nella mia vita sento che tutto dipende da me e che adesso nessun errore è possibile perchè potrei mettere fine a quest’esperienza. Penso a mia sorella, e al coraggio che lei ha avuto a partire, chissà se sarò agguerrita come lei nella vita, chissà se riuscirò a percorrere la mia di strada…cosi tanti pensieri che passano nella mia mente, vedendo le fermate della metropolitana seguirsi una dietro l’altra.

Opera – la mia fermata, esco all’uscita numero 1 e salendo le scale la vedo L’Opera de Paris, si erge giusto davanti ai miei occhi cosi maestosa e magnifica avvolta in questo cielo blu notte. Sono solo le 16:45 e sembran essere le 11 di sera. faccio un giro veloce e circa mezz’ora dopo sono dentro Pizza Hut. Un ragazza all’entrata mi dice qualcosa, senza capire le spiego che raggiungo il gruppo di persone per la formazione e mi fa segno di andare in fondo.

Ci sono circa 5 persone tra cui Kamel, che si presenta, ed è il formatore mi presenta alle altre persone e capisco che ci sono due persone che devono arrivare. Timida come sono, mi siedo e mi guardo intorno, un nuovo luogo dove passero circa 25 ore settimanali, cerco di immaginarmi il futuro ma so che tutto sarà una sorpresa.

Kamel, mi chiama per raggiungere gli altri e cominciare. Due ore e mezza dopo, mi trovo davanti ad un questionario risposta a multipla, e penso fra e me e me che le ore passate a studiare francese sono state troppo poche per prepararmi a questa situazione eppure cerco di andarmene per logica anche per non perdere troppi punti. Alla fine ho avuto un voto che mi permettesse di validare i primi moduli di formazione e devo dire che Kamel me ne ha corretto qualcuna capendo che il mio livello di francese non fosse ancora così elevato per poter comprendere tutto.

Firmo i miei documenti e mi dico che è fatta, tra due giorni comincerò e dovrò impegnarmi per tenermi il lavoro, ma sono fiduciosa allo stesso tempo, so che nulla al mondo mi impedirà di restare qui ormai.

 

To be continued…

 

XOXO – I just woke UP

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply